Presentazione libro: Grandi incendi nel vecchio Tirolo
Home

Presentazione libro: Grandi incendi nel vecchio Tirolo

Con l’aiuto di TIROLER ASSICURAZIONI negli ultimi duecento anni sono stati ricostruiti interi paesi anche in Trentino e Alto Adige, dopo la loro distruzione dovuta a grandi incendi che spesso hanno lasciato per strada anche più di cento famiglie. Un importante libro scritto in collaborazione tra Martin Reiter (centro), responsabile marketing di TIROLER con lo storico trentino Ennio Lappi (a sinistra; a destra dell'immagine Mario Gusmerotti), racconta questi incendi catastrofali.

Il libro sottolinea il ruolo importante che TIROLER ASSICURAZIONI deteneva in Trentino e Alto Adige nei quasi cento anni prima della Prima Guerra Mondiale.
Il tipico metodo di edificare i paesi nelle aree del territorio, soprattutto nelle valli occidentali, costituiva la principale causa dei numerosi e devastanti eventi incendiari, spesso portando alla distruzione di più di 100 abitazioni.
Ennio Lappi e Martin Reiter hanno descritto in 172 pagine 40 incendi di paesi del Trentino e 36 incendi di paesi dell’Alto Adige. Tutti questi eventi hanno avuto luogo tra l'anno di fondazione di TIROLER nel 1821 e la divisione dello storico Tirolo dopo la Prima Guerra Mondiale. I testi sono stampati in italiano e tedesco. Numerose foto e documenti accompagnano il lettore in questo libro senza precedenti sui grandi incendi nel vecchio Tirolo.


Presentazione del libro "Grandi incendi nel vecchio Tirolo", venerdì 13/01/2017

È stata scelta la data di "Venerdì 13" come data simbolo per la presentazione del libro "Grandi incendi nel vecchio Tirolo" che si è svolta nella Biblioteca del Convento dei Padri Francescani di San Bernardino a Trento, con i due autori Ennio Lappi e il responsabile marketing di TIROLER, Martin Reiter. Inoltre erano presenti l'arcivescovo emerito di Trento Luigi Bressan, il responsabile della Biblioteca Francescana San Bernardino di Trento Italo Franceschini, Stefan Oswald della Direzione di TIROLER ASSICURAZIONI a Bolzano, rappresentanti della stampa e molte altre personalità di cultura e politica.